* Inventor * Celli Franco Via Europa 6/a Sossano (Vi) Italy.

Tel. studio 0444-888349

Cell.mobile 3298138870

Inventare significa produrre qualcosa di nuovo per primo ed unico al mondo non è una cosa semplice se cosi' fosse che inventori saremmo? Io ci provo con costanza da quarant'anni.

MI TROVATE ANCHE SU FACEBOOK

FRANCO CELLI

Sono Celli Franco nato a Sossano nel 1945 (Vicenza) da sempre ho la passione, d'innovare d'immaginare ogni cosa da differenti punti di vista. Una difficoltà che si presenta già da subito all'inventore è che raramente si trova qualche persona disposta ad ascoltarti. Bisogna sempre scegliere perciò le persone alle quali chiedere qualche consiglio ed in genere ci si trova nel mirino dei più e le battute ironiche fanno parte del quotidiano (Elisa giustifica ciò affermando che in genere la gente ha paura del nuovo).Il mio primo brevetto d'invenzione industriale è stato depositato in Italia nell'agosto 1976  con il  n°85.573/A76. Durante la mia lunga permanenza all'estero ho avuto modo di vedere parecchie cose nuove che stimolavano la mia innata curiosità, durante i numerosi viaggi non perdevo l'occasione di visitare i musei  della scienza  e  della tecnica  da  Hon Kong, Londra, Montreal, Mosca, Waschington, e New York, in quest'ultimo ho avuto una grande sorpresa. Da ragazzo  mi sono costruito di nascosto un aggeggio con il motere della vespa, con il quale avrei dovuto volare (senza riuscirvi naturalmente),nel sopraccitato museo(conservo tutt'ora la foto) vidi un coso simile alla mia costruzione che è stato usato dall'esercito Americano per 20 anni e già da 15 era al museo. La mia prima visita in quel museo risale al 1976 in occasione del 200° anniversario degli stati uniti d'America. Durante la mia permanenza in isvizzera "Ginevra" ho depositato 6 brevetti altri 6 gli ho depositati a Monaco di Baviera dove ho vissuto per due anni. Altri quattro brevetti depositati durante la mia permanenza a Londra. Ritornato in Italia ho passato un periodo alquanto difficile, non ho mai avuto la possibilità di concentrarmi nell'eterna passione fino a chè nel 2007 sono rimasto solo e senza nessuna influenza esterna. Dal quel momento mi sono tuffato a capofitto nelle ricerche dal mattino alla sera e di frequente anche di notte e tutt'ora deposito in media una decina di brevetti all'anno, a seguito dei quali giungono regolarmente le approvazioni dal ministero e dall'ufficio brevetti della comunità Europea. Attualmente le invenzioni depositate superano il centinaio e 46 in via di realizzazione. Dopo tanti anni di ricerche di disegni stanno giungendo delle soddisfazioni, riconoscimenti dall'ufficio "Nazionale delle ricerche ed dall'istituto degli studi sulla ricerca scientifica", fà molto piacere ricevere da Roma delle lettere che cominciano con "Egragio Inventore".

    Il primo riconoscimento ufficiale dal "CONSIGLIO NAZIONALE DELLE RICER-                       CHE" in Roma.

Il secondo riconoscimento dello stesso ente, a Roma sono noto come inventore già da 35 anni.

Altro  istituto  che  mi  contatta, in merito alle invenzioni, anche attualmente ricevo una vasta corrispondenza da vari istituti, e ditte straniere che mi contattano in me-rito alle innovazioni.

Tanta corrispondenza, ma in Italia  non esiste un collegamento tra gli inventori ai produttori. Attualmente oltre 500 bre-vetti  Italiani  sono  sviluppati all'estero, ciò  dimostra  il  perché  i cervelli  se ne vanno e gli altri rimangono qua

--Invito ad una trasmissione televisiva.---

----Invito alla fiera delle invenzioni di ---------------------------Ginevra.

Documento che  spiega  il  modo  di pre-sentare un brevetto ed i costi relativi. La prima volta  che entrai in un  ufficio  bre-vetti in Germania nel 1974.

Formulario per la registrazione di un bre-vetto d'invenzione industriale.